Partner in Your Wellness
Header image

Ricostruzione mammaria / Mastectomia

Posted by admin in 2. Décolleté, Seno
Intervento chirurgico

Gli interventi di chirurgia plastica di ricostruzione mammaria sono operazioni chirurgiche che, dopo una mastectomia (mono o bilaterale), permettono di ricostruire dei volumi mammari simili a quelli amputati dal chirurgo. Esistono molteplici tecniche di ricostruzione mammaria ma tutte si basano su tre principi chirurgici:

1) la ricostruzione diretta con impiego dei soli tessuti individuali debitamente “trasposti” in sede mammaria (lembi);

2) la ricostruzione mediante inserzione di protesi mammaria;

3) l’azione combinata delle due tecniche.

La prima tecnica prevede che lembi di cute e di muscolo vengano “mobilizzati” dalla loro sede naturale e posizionati a riempimento dell’ area mutilata dall’ intervento di mastectomia è un intervento moderatamente invasivo per la regione mammario che per la regione donatrice del lembo cutaneo ma in grado di dare ottimi risultati soprattutto per mammelle piuttosto grandi e molto ptosici. Richiede una ospedalizzazione da 3 a 6 giorni a secondo della sede di prolievo del lembo cutaneo.

La ricostruzione mediante protesi mammaria prevede, invece l’impianto di una protesi che vada a colmare il difetto post-chirurgico. L’impianto di protesi richiede, quasi sempre, una espansione cutanea che è una tecnica che permette di ottenere una maggiore quantità di cute, necessaria per un programmato intervento chirurgico ricostruttivo.

In una prima operazione viene creata una tasca sottocutanea in cui viene introdotto l’espansore, una specie di palloncino vuoto collegato ad una valvola.
Questo primo intervento viene seguito da un intervallo di tempo che può variare da uno ad alcuni mesi durante i quali, ambulatorialmente, si effettua il riempimento progressivo, con soluzione fisiologica, dell’espansore attraverso la valvola, che può essere esterna o sottocutanea.
Portato a termine tale riempimento si procede al secondo tempo operatorio, durante il quale si rimuove l’espansore, e con l’incremento di cute ottenuto si porta a termine l’intervento ricostruttivo posizionando una protesi definitiva.Entrambi gli interventi si eseguono in anestesia generale o regionale e in ricovero e generalmente richiedono 1-2 giorni di ospedalizzazione.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Both comments and pings are currently closed.